Provinciali & Comunali 2009

Elezioni Provinciali nel 2004/2009 (rosso sinistra, celeste destra)

Elezioni Provinciali nel 2004/2009 (rosso sinistra, celeste destra)

Su 62 provincie in cui si competeva (non erano in competizione tutte le provincie)

Si è passati

  • dal 2004 in cui il rapporto destra / sinistra era 8 /50
  • al 2009 in cui il rapporto (rif. alle 62 assegnate) è 34/28

Segue una tabella con i risultati in dettaglio:

Regione Provincia Risultato 2009 Uscente Percentuali
Abruzzo Pescara Centrodestra
1
Centrosinistra 53,2- 41,5
Teramo Centrodestra
2
Centrosinistra 50 – 48,3
Chieti Centrodestra
3
Centrosinistra 55,7- 34,5
Basilicata Matera Centrosinistra 1 Centrosinistra 52,5- 29
Potenza Centrosinistra 2 Centrosinistra 52 – 34,8
Calabria Cosenza Ballottaggio:
Centrosinistra 3
Centrosinistra 46,6- 37,2
Crotone Ballottaggio:
Centrodestra
4
Centrosinistra 33,2- 29,6
Campania Avellino Centrodestra
5
Centrosinistra 58 – 33,3
Napoli Centrodestra
6
Centrosinistra 58,3 – 35,2
Salerno Centrodestra
7
Centrosinistra 55,7 – 43,8
Emilia Romagna Bologna Centrosinistra  4 Centrosinistra 57,3 – 33,1
Ferrara Ballottaggio:
Centrosinistra 5
Centrosinistra 49,8 – 27,2
Forlì-Cesena Centrosinistra 6 Centrosinistra 50,5 – 26,7
Modena Centrosinistra 7 Centrosinistra 52,4 – 38,1
Parma Ballottaggio:
Centrosinistra 8
Centrosinistra 49,1 – 40
Piacenza Centrodestra
8
Centrosinistra 52,3 – 41,2
Reggio Emilia Centrosinistra 9 Centrosinistra 52,5 – 34,2
Rimini Ballottaggio:
Centrosinistra 10
Centrosinistra 48,3 – 42,5
Friuli V.G. Pordenone Centrodestra
9
Centrodestra 62,8 – 34,4
Lazio Frosinone Ballottaggio:
Centrodestra 10
Centrosinistra 44,5 – 39,0
Latina Centrodestra 11 Centrosinistra 56,3 – 25
Rieti Ballottaggio:
Centrosinistra 11
Centrosinistra 45 – 44,4
Liguria Savona Ballottaggio:
Centrodestra 12
Centrosinistra 49,5 – 38
Lombardia Bergamo Centrodestra 13 Centrodestra 59 – 20,3
Brescia Centrodestra 14 Centrodestra 55,5 – 22,5
Cremona Centrodestra 15 Centrosinistra 51,1 – 35,9
Lecco Centrodestra 16 Centrosinistra 54,3 – 38
Lodi Centrodestra 17 Centrosinistra 54,2 – 38,2
Milano Ballottaggio:
Centrodestra 18
Centrosinistra 48,8 – 38,8
Monza Brianza Centrodestra 19 ——- 54,1 – 33,5
Sondrio Centrodestra 20 Lega Nord 61,1 – 31,8
Marche Ascoli Piceno Ballottaggio:
Centrodestra 21
Centrosinistra 40,9 – 30,5
Fermo Ballottaggio:
Centrosinistra 12
——- 44,8 – 41,8
Macerata Centrodestra 22 Centrosinistra 51,3 – 47,6
Pesaro e Urbino Centrosinistra 13 Centrosinistra 52,1 – 27,3
Molise Isernia Centrodestra 23 Centrodestra 64,3 – 18
Piemonte Alessandria Ballottaggio:
Centrosinistra 14
Centrosinistra 46,6 – 43,3
Biella Centrodestra 24 Centrosinistra 54,9 – 27,2
Cuneo Centrodestra 25 Centrodestra 54,1 – 30,4
Novara Centrodestra 26 Centrosinistra 53 – 32,6
Torino Ballottaggio:
Centrosinistra 15
Centrosinistra 44,3 – 41,5
Verbano-Cusio O. Centrodestra 27 Centrosinistra 57,5 – 39,6
Puglia Bari Centrodestra 28 Centrosinistra 50,5 – 44,2
Barletta-Andria-Trani Centrodestra 29 ——- 51,7 – 23,8
Brindisi Ballottaggio:
Centrosinistra 16
Centrosinistra 44,4 – 43,9
Lecce Ballottaggio:
Centrodestra 30
Centrosinistra 41,3 – 36,7
Taranto Ballottaggio:
Centrosinistra 17
Centrosinistra 34,8 – 33,9
Toscana Arezzo Ballottaggio:
Centrosinistra 18
Centrosinistra 49,8 – 39,2
Firenze Centrosinistra 19 Centrosinistra 55,5 – 30,7
Grosseto Ballottaggio:
Centrosinistra 20
Centrosinistra 47,7 – 41,7
Livorno Centrosinistra 21 Centrosinistra 54,4 – 30,1
Pisa Centrosinistra 22 Centrosinistra 53,1 – 35,7
Pistoia Centrosinistra 23 Centrosinistra 51,3 – 37,2
Prato Ballottaggio:
Centrosinistra 24
Centrosinistra 47,7 – 41,6
Siena Centrosinistra 25 Centrosinistra 50,7 – 30,4
Umbria Perugia Centrosinistra 26 Centrosinistra 52,9 – 36,3
Terni Centrosinistra 27 Centrosinistra 52,8 – 36,3
Veneto Belluno Ballottaggio:
Centrodestra 31
Centrosinistra 47,1 – 41,2
Padova Centrodestra 32 Centrodestra 53,9 – 30,6
Rovigo Ballottaggio:
Centrosinistra 28
Centrosinistra 48,7 – 36,7
Venezia Ballottaggio:
Centrodestra 33
Centrosinistra 48,4 – 41,9
Verona Centrodestra 34 Centrodestra 59,1 – 23,3

Statistiche:

Centrodestra 2009 = 34 (era 8, nel 2004)

Centrosinistra 2009 = 28 (era 50, nel 2004)

____________________________________________________________

Comunali 2009

Comuni Capoluogo:

Statistiche:

Centrodestra 2009 = 14 (era 5, elezione precedente)

Centrosinistra 2009 = 16 (era 25, elezione precedente)

fonte:

Repubblica.it

Commento:

Se c’è da registrare che ITALIA DEI VALORI ha conseguito degli ottimi risultati in tutte le elezioni della tornata del 2009, c’è da annotare anche che l’ipotesi che potesse essere messo in difficoltà, il centro destra, per questioni di tipo gossip, semmai qualcuno ne fosse stato convinto, ha confermato -anzi- un *ridare smalto* a un signore (Mr Berlusconi) che compirà 73 il prossimo settembre 2009.

A nostro avviso non si tratta né di un problema di sola comunicazione, (che pure incide per la maggior parte degli italiani che seguono e si formano una opinione in tv, più che da altre fonti), né di quale progetto ufficialmente porti avanti il centro destra.

Il problema sono le dinamiche di massa in presenza di un forte periodo di crisi e nel controllo ferreo di non far passare -come in Iran- che le tesi della maggioranza.

In tali situazioni di timore per il futuro .. la miscela di indurre l’impressione che necessita più sicurezza (contro la criminalità e per superare la crisi economica) induce alla conclusione che le maniere senza “lacci e laccioli” della destra, il “non disturbate il manovratore”, le “dinamiche del capo”, sia un muoversi profondo che rinuncia alla ragione e cavalca la paura.

Gli iraniani si stanno -in questi giorni- contando sulle piazze, ma se non fossero scesi in piazza .. avrebbero saputo che vi erano stati brogli?

Il regime iraniano ha sigillato i media:

dal corriere.it


cit on

Rivelazione del Wall Street Journal
L’Iran censura il web grazie a tecnologia occidentale. L’Italia tra i fornitori
«Centro di monitoraggio» grazie all’assistenza di una joint venture con Siemens e Nokia

WASHINGTON – Il Wall Street Journal ha rivelato che, grazie alla tecnologia acquistata in Occidente, l’Iran è in grado censurare e controllare l’uso di Internet. Sempre secondo il quotidiano, Teheran ha creato «un centro di monitoraggio» con l’assistenza di una joint venture formata dalla tedesca Siemens e dalla finlandese Nokia.

CONTRATTO – Il contratto, chiuso nella seconda metà del 2008, sarebbe stato seguito da un’attività di controllo piuttosto ridotta, ma che si è espansa quando la protesta popolare ha incendiato le principali città del Paese. Un intervento deciso per contrastare l’unico vero canale di informazione verso l’esterno. Grazie a Twitter, ai network sociali e ai telefonini, gli oppositori iraniani hanno potuto rivelare quanto stava avvenendo nelle strade. Le rivelazioni del quotidiano americano, in realtà, confermano quanto è già emerso in passato. Dopo il 2001, gli iraniani hanno fatto di tutto per acquisire materiale sofisticato necessario per tenere d’occhio dissidenti ed eventuali agenti stranieri. Microspie, apparati per le intercettazioni telefoniche e radio, know how per la bonifica di ambienti sono stati i principali prodotti sulla lista della spesa.

OCCIDENTE – Buon parte della tecnologia è arrivata dai Paesi occidentali che, in cambio di contratti, hanno fatto il patto con il diavolo. E tra coloro che hanno fornito «gingilli elettronici» c’è anche l’Italia. Una collaborazione favorita dalla particolare situazione strategica creatisi con l’invio di nostri contingenti in Afghanistan, Iraq e Libano sud. Aree dove i servizi segreti iraniani hanno una certa influenza potendo contare su rapporti con formazioni armate locali. E allora in cambio di un occhio di riguardo e di un’eventuale protezione, Teheran ha chiesto «un piccolo favore». Così è arrivata la tecnologia per le intercettazioni e, sembra, un’assistenza nel training della Vevak, la polizia segreta degli ayatollah.

Guido Olimpio
22 giugno 2009


cit off

In Italia si smentiscono le notizie che non si sono mai date nell’attuale monopolio tv della informazione!

Necessita capire che l’informazione è un bene prezioso, altrimenti la notizia del disastro in cui navighiamo arriverà quando non ci sarà -forse- più nulla da sapere.

L’ottimismo della ragione ci spinge a proporre i mezzi della non violenza e della democrazia, della legalità, e del rispetto di tutti per informare tra le varie proposte politiche.

IdV- Ciampino-Blog

Annunci

0 Responses to “Provinciali & Comunali 2009”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Calendario

giugno: 2009
L M M G V S D
« Mag   Lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Categorie

Commenti Recenti

salvatore su MANIFESTAZIONE 13 MARZO 2010 O…
Valentina73 su 17 giugno 2011 ore 21:00 diret…
Miriam Pellegrini Fe… su Come si vota? [amministrative…
web master idv ciamp… su Comunicato 05-01-2011
vincenzo su Comunicato 05-01-2011

Flickr Photos

Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: