Archivio per 30 agosto 2009

analisi delle bollette dal 1998 al 2008

grafico del gas (click sulla foto per documento completo)

grafico del gas (click sulla foto per documento completo)

grafico energia (click su foto per documento completo)

grafico energia (click su foto per documento completo)

Subject:
Re: I plagiati non possono rispondere, allora i tapini provano a inveire [analisi delle bollette nel decennio 1998-2008]
Date:
Sat, 29 Aug 2009 17:58:10 GMT
From:
L
Organization:
[Infostrada]
Newsgroups:
it.politica, it.cultura.filosofia, it.economia
References:
1

Ernesto wrote:
>
> Il GRANDE PRODI ovviamente aveva visto giusto: sarà la Cina a tirarci fuori
> dalla crisi. Il premier cinese ha voluto incontrarde OBAMA per l’America e
> PRODI per l’Europa.
>
> Un lungo colloquio importantissimo di cui il regime non ha dato conto: poche
> parole dette dallo stesso PRODI in un’intervista a RAI TRE.
>
> I guai sono venuti dagli USA e il misero Trecconti non ha mai capito nulla:
> figuriamoci gli imbecilli della lega, l’ignorante assoluto Berlusconi
> occupato a rubare soldi pubblici e a organizzare orge.
>
> In quanto poi ai tapini berlusconci, i forzidioti che scrivono qui, fanno
> una pena infinita.
>
> Loro preferiscono un baùscia di provincia, corruttore, ladro, lavatore di
> soldi sporchi a un economista di fama mondiale come ROMANO PRODI, 27 lauree,
> Presidente Europeoa, che avev come ministro nietnepopodimeno che il
> PRESIDENTE DEL FONDO MONETARIO INTERNAIONALE, il grandissimo Padoa Schioppa.
>
> I tapini non capiscono ovviamente nulla di politica economica, fingno di non
> sapere che i DUE GOVERNI PRODI hanno salvato l’Italai rimettendo a posto i
> conti devastati e sotto la guida di Prodi l’export fece un bum del +13%, col
> puttaniere siamo crollati a -25%.
>
> Fingono di non sapere che nel 2006 PRODI IL GRANDE trovò una Procedura di
> Infrazione per Deficit Eccessivo aperta dall’Europa contro il dissesto del
> quinquennio berlusconcio 2001-2005. PRODI IL GRANDE riassestò l’Italia e la
> fece chiudere in pochi mesi!!!!
>
> Fingono di non sapere che Berlusconi è a capo, o è il burattino di un gang,
> che va da ergastolani cone Mangano, passando a laidi stragisti fascisti come
> GELLI, a condanati pregiudicati come Previti & Dellutri.
>
> Fan finta di niente e non sapendo MAI che cosa dire, tentano buffamente di
> insultare chi posta i FATTI.
>
> negl ultmi empi poi godono solo se ci sono dei cadaveri. Iene, e manco
> ridono.
>
> e
>
> ——————————–
> Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

Dunque non mi pare di essere plagiato e quindi provo a rispondere:

E’ vero che Prodi è una montagna rispetto a una vallata, se facciamo il
confronto Prodi/Mister Berlusconi.

C’è però da dire che i risanamenti di Prodi hanno agevolato soprattutto
il grande capitale (quindi anche quello delle banche, o tutelato dalle
banche) e con una politica di lacrime e sangue, ossia prima con il
rimettetere in ordine i conti per la moneta euro, poi per cercare di
rimanere nel rapporto deficit/Pil sotto il 3% (Maastricht).

Ricordiamoci inoltre che la maggior parte delle privatizzazione sono
state sotto Prodi.

E con una promessa specifica: Il consumatore ne avrebbe avuto un
vantaggio a causa della concorrenza, e lo stato italiano un risparmio,
per abbattare il debito pubblico.

Risultato reale?

Il debito pubblico è andato aumentando.

Il consumatore ci ha rimesso!

Se aprite il link:
http://www.federconsumatori.it/

e cercate il file:
Indagine_tariffe_1988_2008.pdf

Passiamo dalle chiacchiere all’analisi.

In 10 anni: 1998-2008 il gas è aumentato di circa il 50%, ossia da 800 a
800+400=1200 (esattamente 383 euro, anziché 400 euro) in rif a 1400 mc.

In 10 anni: 1998-2008 l’energia elettrica di circa il 68%!

Passo alle conclusioni:

Il problema non è pubblico o privato, federalismo o centralismo.

Il problema è il principio di creare un meccanismo in cui tutti possano
verificare l’operato di ciascuno, ossia “la condivisione delle
informazioni”.

Con “la condivisione delle informazioni” -> si crea -per via naturale-
il principio di rispondere del proprio operato.

Ecco perché de Magistris non ha potuto procedere con le sue indagini
anche sul primo ministro Prodi e il ministro Mastella: perché il potere
non vuole essere sindacato.

A prescindere se avesse potuto dimostrare la assoluta legittimità del
suo operato.

Il potere -invece- va sindacato!

E non ci deve essere nessun leader che faccia il “salvatore della
Patria”, ma tutti devono essere *_servitori_ delle istituzioni* e i
primi a dimettersi per potersi difendere nel processo e non dal processo
della giustizia .. che deve essere rapida, completa, efficiente.

Quindi ci andrei cauto con le lodi a Prodi o ad altri, poiché è il
modello del capitalismo che è fallito.

E l’alternativa è ancora da inventare: si chiama onestà. Chiunque sia
nella stanza dei bottoni .. deve essere onesto .. o per amore o per
forza -> poiché ci deve essere il modo di accorgersene (se è onesto) e
fargli fare un altro mestiere .. se non lo è ..

Saluti felicità,

L

IdV Ciampino Blog


Calendario

agosto: 2009
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Categorie

Commenti Recenti

salvatore su MANIFESTAZIONE 13 MARZO 2010 O…
Valentina73 su 17 giugno 2011 ore 21:00 diret…
Miriam Pellegrini Fe… su Come si vota? [amministrative…
web master idv ciamp… su Comunicato 05-01-2011
vincenzo su Comunicato 05-01-2011

Flickr Photos

Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: