Di Pietro: Berlusconi gode e Roma brucia!

Subject:
Finocchiaro: “Se si assolda un killer e si paga estero su estero, quel pagamento non può essere utilizzatocome prova. Ma ci
rendiamo conto?”
Date:
Sat, 19 Sep 2009 09:14:33 GMT
From:
L
Organization:
[Infostrada]
Newsgroups:
it.cultura.filosofia, it.economia, it.politica

http://www.unita.it/news/economia/

++
cit on
++

Manovra, quattro miliardi cercansi. Arriveranno, forse, dallo “scudo
allargato”
[di Bianca Di Giovanni]

«Dubito che il padre di questo emendamento sia il senatore Fleres, il
quale mi sembra piuttosto il postino, tant’è che non ha difeso con
vigore la proposta e che il governo ha dato parere favorevole». Nello
studio della presidente Anna Finocchiaro si scrutano commi, emendamenti
e sub emendamenti. Per il Pd al Senato è stata una nottata di battaglia.
A scatenarla due paginette esplosive presentate dal senatore Pdl Salvo
Fleres, che in poche righe «scudano» (cioè coprono) i reati penali
legati al rientro di capitali, dal falso in bilancio alla distruzione
dei documenti contabili. E non solo: le disposizioni prevedono che con
il pagamento dell’imposta le operazioni di rimpatrio non possano essere
utilizzate a sfavore del contribuente, anche in presenza di procedimenti
penali in corso.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
Un vero colpo di spugna, sventato all’ultimo minuto per l’opposizione di
Pd e Idv. Ma la partita è ancora aperta: se ne discuterà martedì.
«Sappiamo cosa vuol dire questo per l’Italia, dove la criminalità
organizzata di fatto utilizza le sanatorie per riciclare il denaro? –
insiste Finocchiaro – Se si assolda un killer e si paga estero su
estero, quel pagamento non può essere utilizzato come prova. Ma ci
rendiamo conto?».
^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Fleres il «postino»? Parere favorevole del governo, rappresentato in
commissione dal sottosegretario Alberto Giorgetti? Ma se Giulio Tremonti
ha lasciato filtrare di essere contrario. «Devo dedurre che il
potentissimo Tremonti non controlla tutto il governo e a questo punto
neanche la maggioranza», replica secca (e ironica) Finocchiaro. Alla
mossa sui reati (gravissima) si aggiunge quella politica, forse ancora
più pesante. «È un emendamento chiaramente imbucato in un decreto figlio
di una delicata intesa istituzionale», osserva ancora la presidente dei
senatori Pd. Fu l’intervento del Quirinale, in luglio, a pretendere
infatti il varo del decreto correttivo, che ha escluso la copertura
dello scudo per i procedimenti in corso. Altrimenti sarebbe stato
vanificato il lavoro della Guardia di Finanza in un solo colpo. L’altro
ieri gli emendamenti, e una riformulazione in serata degli emendamenti
(procedura barocca) con una sanatoria tombale di questa portata. I
boatos parlamentari riferiscono di un Fleres «inconsapevole». «Me
l’hanno dato e io l’ho presentato» avrebbe riferito a un collega che
chiede di restare anonimo. «Lo ha presentato Fleres – commenta il
presidente della Bilancio Antonio Azzollini (Pdl) in una intervista
surreale – Non posso dire di più. Non l’ho neanche letto, discuteremo
martedì». «Governo e maggioranza non ne sanno niente? – si chiede il
senatore Giovanni Legnini (Pd) presente in commissione – Ma se erano già
tutti pronti a votare. Se non fossimo intervenuti noi a quest’ora
sarebbe passato. Questo emendamento muta profondamente la natura del
provvedimento. Così si riapre la stagione dell’impunità per chi ha
violato la legge, proprio mentre si chiede (nel decreto che viene
“corretto” da questo, ndr) la restituzione delle tasse ai terremotati
d’Abruzzo, avendole già impiegate per le misure anticrisi (525 milioni,
ndr)». Durissima la reazione di Elio Lannutti (Idv): «Questo è
riciclaggio di Stato».

Perché uno sgarbo istituzionale tanto pesante, e una ennesima beffa per
i contribuenti onesti? C’è una sola risposta: fare cassa. A quanto pare
la Finanziaria boccheggia per mancanza di risorse. Andrà in consiglio
dei ministri martedì e lunedì sarà presentata alle parti sociali. Ma i
dicasteri sono in subbuglio: le risorse disponibili non supererebbero i
3-4 miliardi. Serve nuovo «fieno», che potrebbe arrivare dalla sanatoria
tombale riformulata in Senato. Tant’è che tra i cambiamenti proposti,
anche il periodo d’adesione, che si fermerebbe al 15 dicembre anziché
protrarsi fino ad aprile. Tutto e subito. «Se lo ripresentano faremo le
barricate» conclude Legnini.
18 settembre 2009

++
cit off
++

Subject:
Re: Psicofilosofia: cosa ne pensate?
Date:
Sat, 19 Sep 2009 08:18:49 GMT
From:
L
Organization:
[Infostrada]
Newsgroups:
it.cultura.filosofia.moderato
References:
1 , 2 , 3 , 4 , 5 , 6 , 7 , 8 , 9

Vincenzo del Piano:

ciò che conta è la buona fede (ndr: nell’insegnamento e nella massmediologia) e l’onestà intellettuale (che è anche quella cosa per la quale si è freudiani o junghiani o kleiniani eccetera).
Buona fede e onestà intellettuale … sono tutto ciò che è possibile
“metterci” … e imho non sono monnezza! :-))

Davide Pioggia:

Certamente non sono monnezza, e io non ho alcuna esitazione a riconoscere in te una persona onesta e in perfetta buona fede. Ma tu a tua volta dovrai ammettere che ci sono tantissimi sacerdoti che sono anch’essi persone di grande rettitune e insegnano la religione ai bambini in perfetta buona fede, senza la volontà di “plagiarli”, ma convinti di offrire a questi bambini un insegnamento che li lascia comunque liberi di scegliere se avvicinarsi a
Dio.

L:

E’ notevole trovare un Davide Pioggia difensore della religione ..

: – )

Ma tornando alla questio:

“Quando lo stato relazionale diviene plagio” ..

… non penso che si possa concludere con “mettiamoci l’onestà” (di
Vincenzo), oppure il Craxiano (e di Davide) “tutti colpevoli e -dunque-
nessun colpevole”.

E’ molto stimolante -per me- il tema, perché la filosofia dovette fare i
conti fin da Socrate (e sicuramente anche prima, se andassimo indietro
nel tempo ..) con il concetto di “rovinare le giovani menti dei
discepoli del magister” (che Hesse chiamerà il magister ludi, in “il
gioco delle perle di vetro” il suo celebre romanzo).

Insomma Socrate -in base a queste accuse- dovette morire (come sua
soluzione all’interpretazione al concetto di “dura lex sed lex”).

Inoltre siamo in una situazione mass mediale in cui abbiamo la maggiore
concentrazione di distribuzione di info in mano al “migliore uomo
politico degli ultimi 150 anni” (almeno).

Sorge allora spontanea la domanda (direbbe Lubrano) ..

Quando un libero scambio di informazioni diviene vessazione e violenza
sul tutelare la volontà dell’altro che andrebbe non coartata?

I miei due interlocutori hanno già risposto .. riassumo: la deformazione
relazionale avviene _sempre_.

Avviene sempre perché le informazioni non sono disponibili tutte e
sempre, ma la realtà propone punti di vista, che -per loro natura (di
essere uno o più) punti di vista- non sono la verità assoluta.

C’è però da introdurre alcuni distinguo:

Nella babele attuale c’è chi (cito per esempio l’attuale pontefice)
sostiene che ci si possa emancipare dal relativismo, e abbiamo anche qui
sul gruppo moderato alcuni (cito Solania) che fanno propria questa tesi.

Ora questa è una linea del pensiero (e dello stato relazionale) -> che
andrebbe indagata.

Perché se c’è chi possiede verità intangibili alla correzione -> allora
-> non sta proponendo “il suo punto di vista” -> ma “la verità”!

E’ una via evolutiva dello stato relazionale che -a mio avviso- viola la
dignità della persona.

=============================================================

_Ogni_ persona dovrebbe avere il diritto a esprimere il suo punto di
vista.

=============================================================

Chi volesse fare eccezioni (alla frase che ho incornicato qui sopra) ..
dovrebbe avere la delicatezza di spiegare perché sia giusto fare
violenza -per esempio introducendo la democrazia con l’uso delle armi in
un popolo che conosce capre e oppio- e se questo non sia un privilegio a
ritenersi “più uguali”.

Chi è “più uguale degli altri” (nella fattoria degli animali di Orwell)
-> è il pedagogo(!) -> non perché abbia cosa da dire, ma perché non
riconosce che si possa derogare alla “lex del duce”, di colui che è lì
per volere della “provvidenza”.

Dichiararsi “unti di Dio”(!) -> vede -a mio avviso- il vero problema.

Non perché -magari- la asserzione non potrebbe essere -perfino- vera!

(Alcuni che scelgono il Cristianesimo -ad esempio- dicono che ciò fosse
vero nel caso di Cristo: ossia che Cristo non sbagliasse mai!)

Ma nell’abolire il diritto di critica! (che Cristo stesso non abolì
_mai_!).

Nel pensiero “uniforme” la critica è il decadimento morale dalla etica
già evidente e che non va derogata con la ricerca personale.

E’ quindi l’azzeramento della dignità personale, il vero rischio, e non
tanto il plagio.

Un azzeramento che è nelle alchimie che attualmente sono già in atto.

Sia che la massmediologia agisca contro un governo o a favore di un
governo, per introdurre un nuovo mezzo di controllo delle masse.

La filosofia, come amore alla saggezza, dovrebbe farsi carico di
spendere una parola su ciò(!) e non dovere attendere di bere una cicuta.

Cosa ci aspetta se non sapremo sentire nostro questa tema sarà -infatti-
un risveglio molto amaro .. (per quanto -come già saprete- io sono
ottimista sul nostro futuro, poiché il pensiero dell’occidente saprà
farsi carico di imparare e quindi sapere insegnare, come è nella forma
ben formata di chiunque ami la ricerca del vero, sapendo accorgersi
dell’utilità di ogni ché, quindi anche dell’altro, senza xenofobie).

Grazie di questa discussione,

L

IdV Ciampino Blog

Annunci

0 Responses to “Di Pietro: Berlusconi gode e Roma brucia!”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Calendario

settembre: 2009
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Categorie

Commenti Recenti

salvatore su MANIFESTAZIONE 13 MARZO 2010 O…
Valentina73 su 17 giugno 2011 ore 21:00 diret…
Miriam Pellegrini Fe… su Come si vota? [amministrative…
web master idv ciamp… su Comunicato 05-01-2011
vincenzo su Comunicato 05-01-2011

Flickr Photos

Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: