Festa Pdl, 11.10.2009: Stampa Sputtana

Subject:
La mistica della carne e DE PUTTANICA ITALIA: [ricerca linguistica, semantica, etimologica][Metafisica della Sessualità]
Date:
Mon, 12 Oct 2009 07:50:11 GMT
From:
L
Organization:
[Infostrada]
Newsgroups:
it.cultura.filosofia, it.politica, it.media.tv

Per introdurci al tema della “mistica della carne” di Fabrice Hadjadj
la cui recensione *segnalatici da Solania (oggi)* è qui:

http://centroculturalelugano.blogspot.com/2009/10/luomo-e-la-donna

..converrà vedere il seguente video, che tratta del concetto di
“puttanata” e dell'”usare dello sputtanare”:

Una lettura basilare, per esaminare in dettaglio la questione, è il
saggio:

“Metafisica della Sessualità” di Arthur Schopenhauer

http://www.lafeltrinelli.it/products/9788804414094

..ma in questa mia ricostruzione partirei dal significato etimologico
della parola puttana:

Dal Vocabolario etimologico Zingarelli X edizione troviamo

def:

PUTTANA

Colei che accudisce il “PUTTO”, il bambino (o il frutto) della/dalla
puttana, anche in francese putaine, da put ‘cosa che puzza’, bambino che
puzza.

In inglese “put” è il mettere, che -nel caso della puttana- si riferisce
al “dai e dai” della meretrice (come diceva De André), in una logica del
linguaggio non localistica ma pan-europea (almeno).

Inoltre la “p”(&t) è una consonante esplosiva, che è spesso utilizzata,
specie in principio di parola come fonesi di attirare la attenzione:
ecco perché si trova in papà, papi, puttana, etc.

Mentre la “u” è per antonomasia l’evocazione dell’istinto bestiale: si
pensi all’uhhhhhh, dei lupi alla luna .., che, intervallata in p-u-t,
da un senso di profondità (intervallando con la profondità della uh) e
“dell’apostrofare”, una meretrice, o un’azione (la puttanata), a
renderla -anche foneticamente- al pubblico ludibrio.

Questa mattina -su LA7- ci si chiedeva se Mr. Papi non cerchi
*scientemente* una “deriva linguistica” -contrapposta alle invocazioni
di “tregua”(durante il G8) & “serietà istituzionale”(oggi sui giornali)
di Napolitano- e il perché di tale epifenomenologia.

Chi non avesse presente il frammento di Papi in cui si fa portavoce
(Papi) della innovazione del costume e linguistica veda il breve
video all’inizio di questo mex, che ripeto:

http://www.youtube.com/watch?v=IQYjYeKjklo&feature=related

Per terminare questa digressione dico subito la mia riflessione:

Craxi era un dilettante in confronto a Berlusconi.

Craxi tentò il “così fan tutti” (si riveda il suo ultimo discorso alla
camera in cui chiese che si alzasse chi non aveva avuto contributi
illeciti al suo partito -> e nessuno si alzò! .. ma fu un exploit tra
intellettuali .. seguito dal lancio delle monetine della plebe ..).

Berlusconi ha una scuola di barzellettiere sulle navi da crociera -con
cui si pagò gli studi- che è la vera ossatura di chi sa avere un
rapporto con il pubblico, con i ritmi della barzelletta.

Non si sottovaluti l’avanspettacolo, poiché è la scuola a cui si sono
formati tutti i grandi comici, che erano anche di più di un attore solo
drammatico. Il comico deve anche saper far ridere e sdrammatizzare e ciò
è la cosa più difficile.

Mr Papi, è un grande comunicatore, universalmente riconosciuto tale.

Il punto da investigare è: “comunicatore”, sì, ma di che?

Nella sua vita sentimentale (di Papi) si è parlato -per tutta l’estate-
di “un’arte di andare a puttane” .. senza sapere che fossero puttane (la
questione dell’*utilizzatore finale*, come spiegava Ghedini).

Nella sua vita istituzionale (di Papi) .. pare dell’*arte di mandare a
puttane l’Italia* senza sapere che c’è una crisi, perché dice che la
crisi è alle nostre spalle!

Dice Vergassola (vedi il programma della Dandini) che i lavoratori che
stanno perdendo il posto di lavoro hanno capito che la crisi è alle loro
spalle .. ma nella forma di una storia detta “del cetriolo e
dell’ortolano”. Aggiungo che il buon umore è sempre una cosa che aiuta a
non buttarsi giù, a meno che non ti ritrovi a capire che stai in mezzo
ad una strada quando è troppo tardi.

In conclusione bisogna assodare se la PUTTANICA ITALIA puzzi come il
pesce dalla testa, quindi dal *culto del capo*, dal “meno male che
Silvio c’è”, o se l’ITALIA merita di sprofondare -con il suo capitano-
come una nave che affonda.

Non penso che raccontare barzellette su una nave che affonda sia il
massimo, salvo che non meritassimo di morire.

Saluti e felicità,

L

IdV Ciampino Blog

Annunci

0 Responses to “Festa Pdl, 11.10.2009: Stampa Sputtana”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Calendario

ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Categorie

Commenti Recenti

salvatore su MANIFESTAZIONE 13 MARZO 2010 O…
Valentina73 su 17 giugno 2011 ore 21:00 diret…
Miriam Pellegrini Fe… su Come si vota? [amministrative…
web master idv ciamp… su Comunicato 05-01-2011
vincenzo su Comunicato 05-01-2011

Flickr Photos

Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: