PESC D’Aprile ? o PESC D’Alema?

Subject:
Informarsi su come è stato appoggiato D’Alema da Berlusconi [articolo su repubblica.it]
Date:
Mon, 23 Nov 2009 10:24:49 GMT
From:
L
Organization:
[Infostrada]
Newsgroups:
it.cultura.filosofia, it.politica, it.media.tv

l’articolo:

http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/esteri/ue-unione-europea..

++
cit on
++

Il presidente dell’eurogruppo socialista Schulz accusa il governo di
Roma dopo la bocciatura dell’ex premier alla carica di ministro degli Esteri Ue

“I socialisti europei con D’Alema
ma l’Italia lo ha mollato”

“Lady Ashton non era la nostra prima scelta, ma è ottima negoziatrice e
una convinta europeista”
“Il vostro premier telefonò ai colleghi conservatori chiedendo di far
cadere la candidatura”

dal nostro inviato ANDREA BONANNI

BRUXELLES – Presidente Schulz, allora, ci racconti com’è andata. Com’è
che voi socialisti europei vi siete persi la candidatura di D’Alema per
strada?

“È andata che, per noi, per il gruppo socialista al Parlamento europeo,
Massimo D’Alema è stato il candidato favorito fino all’ultimo. Ma quando
giovedì dopo pranzo si è riunito il pre-vertice dei capi di governo
socialisti, si è entrati in una logica intergovernativa e non c’è stata
maggioranza per Massimo”.
Martin Schulz, presidente dell’eurogruppo socialista al Parlamento
europeo e grande fautore della candidatura di Massimo D’Alema a ministro degli Esteri della Ue, è sotto attacco. Il governo Berlusconi accusa i socialisti europei di aver mollato D’Alema, e anche nel Pd italiano c’è molto malumore per come si è conclusa la vicenda delle nomine.

Ma voi, al pre-vertice socialista che poi ha deciso di candidare
Catherine Ashton, il nome di D’Alema lo avete almeno proposto?

“Certo. Sia io sia Rasmussen, che è il presidente del partito, abbiamo
detto che era il nostro candidato. Su questo c’era fino ad allora
l’accordo di vari leader del Pse. Io personalmente quella mattina avevo
parlato ad alcuni capi di governo socialisti, e nei giorni precedenti
avevo contattato anche alcuni primi ministri conservatori, perché mi
avevano detto che sul nome di D’Alema c’era qualche resistenza. Ma, a
quella riunione, sia Rasmussen sia io partecipavamo solo in veste di
osservatori. A decidere erano i capi dei governi”.

L’abbandono della candidatura D’Alema è stata una brutta sorpresa,
allora?

“Fino ad un certo punto. Già mercoledì sera io avevo avvertito D’Alema
che la situazione era a rischio. Il nostro principale obiettivo, come
Pse, era di ottenere il posto di ministro degli Esteri. Fino a mercoledì
sera nessuno aveva avanzato altre candidature. Ma era chiaro che, se un governo socialista avesse chiesto il posto per uno dei suoi, le chances di Massimo si sarebbero molto ridotte. In fondo, lui non aveva nessun governo che lo sostenesse. Ed è proprio quello che è successo. Gordon Brown, che fino al giorno prima si batteva ancora per Blair presidente, ha chiesto il posto di ministro degli Esteri per un britannico. Ed è stato fortemente appoggiato da Zapatero. Come dicevo: ha prevalso la logica dei governi”.

E il governo italiano? È vero, come ha dichiarato lei, che non ha
appoggiato D’Alema?

“Il governo italiano non ha mai ufficialmente proposto il nome di D’Alema. Questo è un fatto”.

Frattini dice che il governo lo ha sostenuto e che siete stati voi
socialisti a mollarlo.

“È ridicolo. Se lo volevano davvero sostenere, perché non lo hanno
fatto?”.

Crede che, se Berlusconi avesse ufficialmente proposto il nome di
D’Alema, le cose sarebbero andate diversamente?

“Penso proprio di sì. In fondo la scelta delle nomine spetta ai governi.
E D’Alema non aveva un governo che lo sostenesse. Al contrario. Mi
risulta che Berlusconi abbia contattato alcuni primi ministri
conservatori per chiedere di far cadere la candidatura di Massimo
dicendo: non mettetemi in condizione di dover dire di sì a D’Alema”.

Sarebbe grave.
“Mi risulta che si sia espresso così anche alla cena a Berlino, in
occasione dell’anniversario della caduta del Muro”.

Ma se le tv di mezzo mondo hanno mostrato che dormiva.
“Si vede che a un certo punto si è svegliato. È stato dopo quella cena che io ho dovuto intervenire presso alcuni primi ministri conservatori che avevano cominciato ad esprimere perplessità sulla candidatura di Massimo: sono stati loro a riferirmi dei messaggi di Berlusconi”.

Ci dica quali.
“Mi dispiace, non posso”.

Comunque il risultato delle nomine non è certo un successo per l’Europa.
Voi socialisti avevate detto che volevate una forte personalità
europeista. E venite fuori con una baronessa britannica. Non le sembra
incoerente?

“Capisco la polemica. In effetti la nostra preferenza, come Pse, andava
all’accoppiata Jean-Claude Juncker e Massimo D’Alema. E lady Ashton lo
sapeva bene. Ma, ora che è designata, può contare sul nostro pieno
appoggio come membro della famiglia socialista. Si tratta di una donna
le cui capacità non vanno sottovalutate: una bravissima negoziatrice”.

Si è visto, se non altro per come è riuscita ad emergere in questa gara.
Ma la forte personalità europeista, dove sta?
“Non dimenticatevi che, quando era alla Camera dei Lord, Catherine
Ashton è riuscita a far ratificare il trattato di Lisbona andando a
cercare uno per uno i voti che hanno consentito di battere una
maggioranza di conservatori. Tra i politici britannici, passa per essere
fortemente filo-europea”.

Più di Miliband?
“La candidatura di Miliband non è mai emersa. Gordon Brown aveva fatto
circolare tre possibili nomi per quell’incarico: Peter Mandelson,
Geoffrey Hoon e Catherine Ashton. Dei tre, senza dubbio lady Ashton è la
più filo-europea”.

(23 novembre 2009)

++
cit off
++

La smentita del governo di Mr B:

http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/esteri/ue-unione-europea ..

++
cit on
++

Mister Pesc, Frattini contro Schulz
“Non abbiamo mollato D’Alema”

Il ministro degli Esteri replica al capogruppo del Pse a Bruxelles
“Sono solo bugie e tutta Europa la sa. Il vero responsabile è lui”

ROMA – “Spendo solo due parole per replicare a Schulz, che è il vero
autore del fallimento clamoroso di D’Alema: sono bugie e tutta l’Europa
lo sa”. Il ministro degli Esteri Franco Frattini risponde duramente al
capogruppo del Pse all’Europarlamento, Martin Schulz, che, in una
intervista a Repubblica, ha accusato il governo italiano e il premier
Silvio Berlusconi di aver “fatto cadere la candidatura di Massimo
D’Alema” a Mister Pesc. Una tesi rilanciata anche da Paolo Bonaiuti,
sottosegretario alla presidenza del Consiglio: “Tutti sanno bene che la
scelta è stata determinata dal Pse”. Al posto di D’Alema è stata
nominata la britannica Catherine Ashton.

L’irritazione del governo è legata alla ricostruzione da Schulz che
scarica sull’esecutivo la responsabilità della bocciatura di D’Alema.
Per Schulz se Berlusconi avesse ufficialmente proposto il nome dell’ex
ministro degli Esteri le cose sarebbero andate diversamente. “D’Alema
non aveva un governo che lo sostenesse – racconta il capogruppo a
Repubblica – Al contrario. Mi risulta che Berlusconi abbia ontattato
alcuni primi ministri conservatori per chiedere di far cadere la
candidatura”.

(23 novembre 2009)

++
cit off
++

I rapporti tra Mr B e Schulz:

parte 1/2:

parte 2/2

Se non conoscete queste due ultimi video -me ne rammarico- ma non potete capire.

Saluti felicità,

L

IdV Ciampino Blog

Annunci

0 Responses to “PESC D’Aprile ? o PESC D’Alema?”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Calendario

novembre: 2009
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Categorie

Commenti Recenti

salvatore su MANIFESTAZIONE 13 MARZO 2010 O…
Valentina73 su 17 giugno 2011 ore 21:00 diret…
Miriam Pellegrini Fe… su Come si vota? [amministrative…
web master idv ciamp… su Comunicato 05-01-2011
vincenzo su Comunicato 05-01-2011

Flickr Photos

Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: