psicolabili x Papa e Papi [massmediologia]

Subject:
La crisi è solo psicologica? [analisi psicologica & massmediologica – sugli psicolabili x Papa e Papi]
Date:
Fri, 25 Dec 2009 11:14:13 GMT
From:
L
Organization:
[Infostrada]
Newsgroups:
it.politica, it.media.tv, it.cultura.filosofia

I due eventi:

1) L’attentato al presidente del consiglio Berlusconi

2) L’aggressione al pontefice nel natale 2009

.. sembrano avere pochi elementi in comune.

Nel primo caso vi sarebbe un sentimento -di uno squilibrato- contro
(quindi per odio) una autorità dello stato.

Nel secondo caso vi sarebbe un sentimento -di una squilibrata- a volere
abbracciare -per amore- una autorità religiosa.

Due spinte antitetiche, odio vs amore, che renderebbero opposta la
dinamica che stiamo esaminando.

Se l’analisi si fermasse qui avremmo -però- trascurato cosa sia il
*culto dell’immagine (immago)*.

Da che interessi veniva l’attentatore a Mr. B?

Costruiva “specchi” con effetti luminosi.

Non troviamo persino nell’onirico delle fiabe il mito dell’apparire
nello “specchio delle mie brame”? .. o nel quadro di Dorian Gray?

Cosa doveva dire lo specchio delle brame? .. che a prescindere della
verità .. la più bella del reame era la regina cattiva.

Cosa doveva dire il quadro di Dorian Gray?.. che a prescindere dall’età
anagrafica .. Dorian Gray doveva apparire giovane .. e la verità era
nascosta nel quadro (uno specchio di nascondimento, rispetto alla
specularità pubblica).

Chi è questa cittadina svizzera ? che interessi ha?
http://www.mauxa.com/ultime-news/1469-aggressione-papa-la-reazione-dei-fedeli-.html

++
cit on
++

La donna che ha aggredito il Papa è svizzera, si chiama Susanna Maiolo,
ha 25 anni ed è psicolabile. Già l’anno scorso durante la notte di
Natale tentò un’aggressione al Papa, poi scongiurata dalla sicurezza.

++
cit off
++

Quindi non è stato un atto estemporaneo, ma un vero e proprio
strutturarsi sul fatto che abbracciando l’*immagine di lei con il
Pontefice* -allora- sarebbe esistita.

Nell’esame delle patologie psichiche -spesso- non si riflette che tali
patologie -per quanto fuori dell’ordinario- sono fenomeni di adattamento
ANCHE a sollecitazioni ambientali, che coloro che non hanno una
capacità di elaborazione mentale mediamente sufficiente elaborano in
modo patologico.

Non si risolvono però questi problemi vietando la vendita di souvenir
del duomo di Milano, o vietando la celebrazione delle messe cattoliche,
o vietando l’uso di facebook, o vietando l’uso di internet tanto per
dare una sterzata alla “cultura dell’odio”.

Non si tratta infatti di “cultura dell’odio” che genera tali problemi
negli psicolabili, ma della cultura che si esiste perché la nostra
immagine è dentro i media, in specie la tv.

E’ -in definitiva- la cultura dell’immagine una risposta alla paura
della morte a cui ci si contrappone proponendo una immortalità in una
immagine che ci restituirebbe l’eternità, il diritto a significare, ad
essere, anziché non essere, come direbbe Shakespeare.

Potrei annoiarvi sul fatto che tali problematiche non sono un problema
dell’Occidente ma tutte le latitudine e culture ne sono immerse, a
partire dall’esplorazione della maja nella cultura orientale, che
esamina la contrapposizione apparire e la sostanza di ciò che sub
stanziam, che staziona e forma la vera entità che sorregge ciò che
appare, ex-siste, ‘si leva da’, si manifesta.

In generale l’essere e l’apparire non sono in antitesi, se vi è verità
nella trasduzione tra contenuto e forma.

Ma è così nella nostra società?

Tanto più diremo che *la crisi è solo psicologica* -allora- tanto più
sarà vero che neghiamo la realtà e la crisi si trasferirà nella “nostra
percezione”.

Ma una musica non esiste perché Beethoven è sordo?

: – )

L’analisi quindi ci aiuta ad intendere che non serve farsi fotografare o
chiedere l’autografo al personaggio famoso .. per avere toccato
l’esistere.

Questo dovrebbe però essere chiaro anche in chi gestisce i media,
anziché usarli per deformare il reale e la percezione del reale.

Quelle persone sofferenti, che siano i poveri, i malati, gli psicolabili
sono anche un po’ figli nostri.

Della nostra incapacità di avere il coraggio di dire che *la crisi NON
era solo psicologica*.

Saluti felicità,

L


IDV Ciampino Blog

Annunci

0 Responses to “psicolabili x Papa e Papi [massmediologia]”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Calendario

dicembre: 2009
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Categorie

Commenti Recenti

salvatore su MANIFESTAZIONE 13 MARZO 2010 O…
Valentina73 su 17 giugno 2011 ore 21:00 diret…
Miriam Pellegrini Fe… su Come si vota? [amministrative…
web master idv ciamp… su Comunicato 05-01-2011
vincenzo su Comunicato 05-01-2011

Flickr Photos

Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: