Berlusconi aiuta il cartello delle banche alla tassa sul prelievo dal conto corrente [1-3-2011]

Ecco la notizia:
cit:

«Tassa» fino a tre euro per prelevare contanti


Si parte da un euro per il ritiro allo sportello. Da Unicredit a Bnl, Mps e Ubi, ecco la mappa

MILANO – Prelevare denaro allo sportello «fisico» della banca, anziché al Bancomat? Attenzione, può essere un salasso. Sta dilagando la «tassa sul contante». Per ritirare i propri soldi dal conto, molto spesso, ora si paga. Ai correntisti della Bnl le lettere sono appena arrivate. La banca guidata da Fabio Gallia comunica che, dal 18 aprile, per ogni prelievo di liquidi in agenzia, inferiore ai 2mila euro, dovranno versare 3 euro. Come dire che chi preleva 100 euro ne incassa soltanto 97. Il resto – il 3%, in questo caso – finisce alla banca.

Il caso è l’ultimo in ordine di tempo e non è isolato. Ciò che fino a ieri era un’eccezione, sta diventando la regola. Nelle ultime settimane hanno deciso di applicare questa commissione anche Mps e Ubi. Si aggiungono a Cariparma, Popolare di Milano e Unicredit. Nelle sei banche analizzate, i costi per un prelievo di denaro allo sportello variano fra uno e tre euro. Significativi, se raffrontati al rendimento medio dei loro conti correnti: lo 0,03%. Come dire che ci vogliono più di 10 mila euro depositati sul conto per un anno intero, per compensare il costo di un prelievo di 3 euro allo sportello. È un balzello che colpisce particolarmente gli anziani, non avvezzi all’uso del Bancomat. Ma rischia di allontanare anche gli altri clienti, poco disposti a pagare per disporre di ciò che è loro.

Il Monte dei Paschi di Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi, chiede 3 euro per ogni prelievo in filiale con il suo ultimo Conto Zip, lanciato in ottobre. Certo, è un conto dichiarato «vantaggioso per la clientela con operatività elevata sui canali telematici». Ma il segnale resta. Il gruppo Ubi, che al vertice del consiglio di sorveglianza ha l’ex presidente dell’Abi, Corrado Faissola, fino a gennaio non applicava alcuna commissione ai clienti che volessero ritirare i propri denari in agenzia, ora incassa un euro per tutti i prelievi fino a 500 euro: sia con il neonato conto Zero Zero Ubi, lanciato in dicembre, sia con i nuovi correntisti che sottoscrivano vecchi prodotti, come Duetto Noi. L’Unicredit oggi guidato da Federico Ghizzoni prevede da tempo 3 euro per i prelievi allo sportello fino a 1.500 euro (conto Genius Ricaricabile). Nella Cariparma controllata, come Bnl, dai francesi, si paga invece un euro per prelevare in agenzia fino a 500 euro. Quanto alla Bpm di Massimo Ponzellini, ha esteso la commissione di 1,5 euro, prevista dal suo storico prodotto Flexiconto, anche ai nuovi correntisti del conto Un-Due-Tre, lanciato in gennaio.

continua:

http://www.corriere.it/economia/11_marzo_01/

Commento:

Quando venne introdotto l’euro fu detto che l’Europa doveva avere movimento di uomini e di capitali e che ciascun cittadino europeo -potendosi muovere liberamente in Europa- poteva aprire un conto corrente in qualsiasi paese europeo.

E’ stato vero?

No, per aprire un conto in Svizzera, ad esempio, bisogna andare in Svizzera.

Ciò perché se la concorrenza fosse reale i risparmiatori italiani sposterebbero i loro soldi dove gli interessi sul conto non sono al tasso di rendimento tipico del 0,02% (esempio su Paschi di Siena), mentre i conti on line rendono il tasso lordo del 2%, ed il tasso netto 1,46% (esempio di conto click su Poste Italiane).(Infatti si paga una imposta del 27% sugli utili. Quindi con 100 euro si incasserebbero 2 euro, che però vanno tassati del 27%. Ma calcolando il 27% di 2 euro si vede che ho la seguente tassa -> (27):100=y:2 ->(27/100)*2=y=0,54 centesimi ogni 100 euro. Quindi un rendimento effettivo netto di 2-0,54=1.46 euro da cui il tasso netto sulla cifra depositata è 1,46% netto. Si noti -inoltre- che gli interessi possono essere riconosciuti su base annuale o su base mensile o trimestrale (etc) e se accredidato mensilmente, ad esempio, il rendimento è da calcolare considerando inclusi gli interessi sul capitale giacente. Infine le banche, pongono dei vincoli sulla cifra minima depositata. Se la cifra non supera un certo livello gli interessi sono minori).

Detto tutto questo si capisce che insieme alla

  • non trasparenza delle nomine bancarie
  • non possibilità di referendum in materia fiscale
  • non possibilità di scelta su una offerta europea anzichè solo sul cartello delle banche residenti in Italia
  • effetto TABU’ in merito alla trattazione sui mezzi di comunicazione della materia economica e fiscale, nonché dei meccanismi della creazione di moneta e del debito pubblico, e tasse, oltre che sulle norme del segreto bancario

.. ciò crea una politica vessatoria in cui storicamente si insinuavano persino i cambia valute quando dovevi -in Israele- scambiare i soldi per comprare l’agnello per la Pasqua, oppure dovevi transitare da un a città all’altra (vedi il video con Troisi e Benigni che segue) e quindi pagare pedaggio per la libera circolazione degli uomini e le merci.

La politica di Italia dei Valori è contro le politiche di Signoraggio che avvantaggino pochi ricchi ai danni di molti poveri, ma è perché la Legge sia uguale per tutti!

Ciò può consentire i servizi bancari, ma senza sfruttare una politica di monopolio e di cartello che non consenta di conoscere per deliberare chi faccia delle offerte ragionevoli e senza accordi sottobanco.

Annunci

0 Responses to “Berlusconi aiuta il cartello delle banche alla tassa sul prelievo dal conto corrente [1-3-2011]”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Calendario

marzo: 2011
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Categorie

Commenti Recenti

salvatore su MANIFESTAZIONE 13 MARZO 2010 O…
Valentina73 su 17 giugno 2011 ore 21:00 diret…
Miriam Pellegrini Fe… su Come si vota? [amministrative…
web master idv ciamp… su Comunicato 05-01-2011
vincenzo su Comunicato 05-01-2011

Flickr Photos

Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: