Posts Tagged 'enrico letta'

lettera del senatore Gotti di IDV sulle responsabilità di scoprire chi ha ucciso i pm Falcone e Borsellino

Enrico Letta

Enrico Letta

LA MAFIA HA ANCHE BISOGNO DELLE FALSITÀ DI ENRICO LETTA

“Il condensato di ipocrisia dell’articolo ‘Chi sporca il ricordo’, firmato da Enrico Letta, impone una risposta perché, per bassa politica, prende a prestito gli scenari tragici delle stragi e del massacro di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e degli uomini in divisa. Questa è una cosa insopportabile”. E’ quanto scrive il sen. Luigi Li Gotti, responsabile del dipartimento giustizia dell’Italia dei Valori, in una lettera pubblicata sul quotidiano ‘L’Unità’.
“Enrico Letta è costretto, per confezionare la sua sporca operazione di bassa politica, a rinnegare i fatti o a cancellarli dalla memoria. Mi tocca ripetere cose risapute, sia pure in forma didascalica.
1. Nel tempo intercorrente tra la strage di Capaci e quella di via D’Amelio, venne avviata dal ROS una cosiddetta trattativa, per il tramite di Vito Ciancimino, con Salvatore Riina e Bernardo Provenzano.
2. Per coltivare quest’iniziativa, il capitano De Donno, stretto collaboratore del colonnello Mori, chiese al Ministro della Giustizia, Claudio Martelli, una sorta di ‘copertura’ e di aiuto (così ne ha riferito Martelli), per una possibile controfferta a Cosa Nostra.
3. Il Ministro Martelli rifiutò la richiesta e si lamentò dell’iniziativa, ritenuta spregiudicata, con il Ministro dell’Interno, Nicola Mancino.
4. Il Ministro Nicola Mancino, negò di aver mai saputo dell’iniziativa del ROS e negò d’aver mai ricevuto le lamentele di Martelli.
5. La Procura di Palermo, nell’ambito del processo in corso a carico di Mori ed altri, decise di chiedere il confronto in Aula tra Mancino e Martelli.
6. Mancino, infastidito dal rischio di dover sottoporsi al confronto, chiese aiuto al Quirinale, al fine evidente di evitare il confronto.
7. Sono ampiamente documentate le numerose telefonate e conversazioni di Mancino con il consigliere giuridico del Presidente della Repubblica.
8. E’ ampiamente documentata la strada che si decise di percorrere, dopo aver scartato quelle non praticabili, ossia la confezione di una lettera al Procuratore Generale della Cassazione, con oggetto la preoccupazione del Capo dello Stato circa un asserito difetto di coordinamento delle indagini tra le Procure di Palermo, Firenze e Caltanissetta.
9. All’evidenza, l’asserito difetto di coordinamento non poteva riguardare lo specifico atto da compiersi (confronto Mancino-Martelli) in Aula, innanzi al Tribunale di Palermo, nell’ambito di uno specifico processo pubblico.
10. La lettera, peraltro concordata (così nelle conversazioni intercettate) con la Procura Generale della Cassazione, rappresentava quindi lo strumento che potesse consentire un intervento, presentato come preoccupazione per il coordinamento delle indagini, avente come fine quello di venire incontro alla richiesta di Mancino, ossia di non essere messo a confronto con Martelli.
11. In verità accadde che il Procuratore Generale della Cassazione, provocò una riunione con il Procuratore Nazionale Antimafia, anche alla presenza di uomini del Quirinale.
12. E’ altresì certo (così risulta dalle conversazioni intercettate) che il Presidente della Repubblica fosse al corrente di questa preoccupazione di Mancino. Peraltro, in due occasioni, Mancino telefonò, parlando direttamente con Napolitano.
13. E’ evidente che, l’attivismo per venire incontro alle esigenze di Mancino, mal si concilia con il fine dell’accertamento di un segmento importante della cosiddetta trattativa. Invero, non si spiega come il non compimento di un atto (il confronto), possa essere annoverato tra le attività di ricerca della verità. Il non assumere una prova, richiesta dai Pubblici Ministeri, elimina la formazione di una possibile prova e non il contrario.
Enrico Letta ha cancellato dai suoi ricordi questa così rilevante ricostruzione storica. Nel suo pezzo ‘Chi sporca il ricordo’, non esiste traccia di tutto ciò. Insomma non è sporcato il ricordo. Bensì è cancellata la memoria, che è una forma più raffinata di sporcare il ricordo. Per Enrico Letta, l’unica cosa di cui dovrebbe parlarsi, è quella della richiesta di Napolitano di rivolgersi alla Corte Costituzionale per una pronunzia su un preteso diritto alla distruzione delle due telefonate ricevute da Mancino. Come può Enrico Letta pretendere che, il segmento dell’iniziativa di rivolgersi alla Corte Costituzionale, possa essere scisso dal complesso della vicenda, sin qui ricostruita? Eppure, egli scrive: “E allora – ripeto – per quale ragione Di Pietro accusa il Quirinale di mortificare le istituzioni della Repubblica e di boicottare l’accertamento della verità? Come mai si accanisce su una questione tecnico-giuridica – quella dell’intercettabilità o meno del capo dello Stato – che non investe la ricognizione delle responsabilità su via D’Amelio?”. Una domanda Enrico Letta potrebbe porsela, e voglio aiutarlo a concepirla: “Attivarsi per esaudire la richiesta di Mancino di evitare il confronto con Martelli, aiuta il percorso lungo la strada impervia dell’accertamento della verità?” Ecco, se Enrico Letta dovesse rispondersi che, sì, l’aiuta, beh, allora, il discorso è bello e finito. Forse Enrico Letta non riesce a rendersene conto: lui, proprio lui, con il suo articolo ha sfregiato la morte di tanti servitori dello Stato. Ha offeso la memoria. Parlare con lui non mi interessa. Si tenga le sue idee. Mi interessa, invece, parlare con i cittadini e respingere le cialtronate. Io voglio la verità, senza guardare in faccia nessuno. La voglio per onorare le vittime, per consegnare il loro ricordo alla Storia, senza imbrattature. La voglio perché tutti i cittadini onesti la vogliono. La voglio per la nostra democrazia e per la nostra Italia”.

fonte:
http://www.facebook.com/pages/Informare-ControInformando-News/175257429198582

Annunci

Calendario

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Categorie

Commenti Recenti

salvatore su MANIFESTAZIONE 13 MARZO 2010 O…
Valentina73 su 17 giugno 2011 ore 21:00 diret…
Miriam Pellegrini Fe… su Come si vota? [amministrative…
web master idv ciamp… su Comunicato 05-01-2011
vincenzo su Comunicato 05-01-2011

Flickr Photos

Categorie


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: